info@sonusfactor.com +39 377 2458278

REGISTRAZIONE AUDIO

IL SUONO PROFESSIONALE DIPENDE DA UNA BUONA REGISTRAZIONE

L’intera produzione artistica può essere descritta come una catena i cui anelli sono rappresentati dalle fasi seguenti:

• composizione (musica e testo);
• arrangiamento;
• esecuzione;
• tracking (ovvero le riprese o più semplicemente registrazione audio);
• editing;
• missaggio;
• mastering.

In questa catena, le fasi precedenti hanno sempre maggiore influenza sul risultato finale rispetto a quelle successive. Errori commessi durante una fase, difficilmente sono risolvibili in quelle che seguono. Come si può notare dall’elenco, il tracking occupa una posizione che sta cronologicamente a metà dell’intera produzione artistica. Questo significa che un errore commesso durante la composizione, l’arrangiamento o l’esecuzione comprometterà il risultato di una seppur buona registrazione. Al tempo stesso, l’editing, il missaggio e il mastering non potranno correggere errori commessi durante la registrazione: sebbene, in una certa misura, la gravità di tali errori può essere ridotta nelle fasi successive, il risultato finale non uguaglierà quello ottenuto da una produzione priva di difetti.

IL TRACKING DEVE ESSERE AFFRONTATO TENENDO IN CONSIDERAZIONE IL CONTESTO E LE SCELTE ARTISTICHE.

Il Tracking viene spesso gestito con lo scopo di ottenere non solo una rappresentazione fedele dello strumento, ma un risultato specifico e, per questo, ogni intervento è pianificato strategicamente in previsione di ciò che avverrà nelle fasi successive.

Il suono esplosivo e arioso della batteria di John Bonham dei Led Zeppelin, per esempio, è solo in parte dovuto a tecniche di missaggio. Sarebbe, infatti, molto diverso se, durante la registrazione, non fossero stati impiegati microfoni per la ripresa dell’acustica naturale della stanza. Un tale risultato, tuttavia, sarebbe del tutto inappropriato in altri contesti musicali.

Un altro esempio: la differenza di suono tra una voce fuori campo e quella di un personaggio di una storia raccontata è dovuta dalla distanza della sorgente sonora dal microfono: pochi centimetri possono cambiare il ruolo di un attore di un audio book o produrre un risultato inappropriato e inefficace nell’ambito di un trailer cinematografico.

COME POSSO AIUTARTI

SonusFactor offre assistenza e supporto in tutte le fasi della registrazione audio.



01. SCELTA DEGLI STRUMENTI MUSICALI.
È sempre buona regola partire con il piede giusto. Alcune chitarre acustiche sono particolarmente adatte al picking, ma inadeguate allo strumming.

02. OTTIMIZZAZIONE DEGLI STRUMENTI (MANUTENZIONE, ACCORDATURA, SCELTA DEGLI ACCESSORI).
La scelta di un plettro morbido o di uno rigido incide molto sul suono dei transienti di una corda di chitarra: non esiste (ancora) tecnica di missaggio in grado di riprodurre risultati simili.

03. SCELTA DEGLI ESECUTORI (SE RICHIESTO).
Un bravo musicista che suona uno strumento scarso ottiene sempre risultati migliori di un musicista scarso che suona uno strumento di qualità. Un bravo jazzista potrebbe non essere un bravo rocker. Il suono di John Bonham è ottenuto, prima di tutto, grazie a John Bonham!

04. IMPOSTAZIONE DEGLI ASCOLTI IN CUFFIA E CURA DEL LIVELLO DI COMFORT DEGLI ESECUTORI.
Premere il tasto “REC” inibisce sempre i musicisti. Se in cuffia il volume è troppo alto, si tende a suonare troppo forte e viceversa. Sentirsi bene, in tutti i sensi, è fondamentale per dare il meglio di sé.

05. SCELTA DELL’AMBIENTE ACUSTICO NEL QUALE REGISTRARE. OTTIMIZZAZIONE DELL’ACUSTICA (LA RICERCA DELLO SWEET SPOT ALL’INTERNO DELLA STANZA, L’USO DI GOBOS, ECC.).
La stanza può essere considerata come uno degli strumenti dell’ingegnere del suono e influenza molto il suono ripreso.

06. SCELTA DEI MICROFONI.
Il microfono giusto è quello che permette al tuo strumento di rendere al meglio. Quello più appropriato è quello che consente di ottenere il risultato artistico voluto.  

07. POSIZIONAMENTO MICROFONICO.
Un centimetro può segnare la differenza tra un suono amatoriale ed uno professionale.

08. SCELTA DI PREAMPLIFICATORI E CONVERTITORI.
Conferiscono colore al suono. Possono valorizzare la ripresa microfonica.

09. EQUALIZZAZIONE E COMPRESSIONE.
Non sempre necessario, ma rimandare tutto alla fase del missaggio significa dilatarne i tempi e procrastinare decisioni artistiche importanti.

A chi mi rivolgo: Musicisti, band, produttori, speaker radiofonici, doppiatori.

Scroll to Top